Art. 2 – Diritto d’autore.

Tutti i contenuti di questo Blog sono coperti dal diritto d’autore, secondo le norme di cui alla legge 633/1941 e successive modifiche, e il loro utilizzo è regolato dai successivi artt. 3 e 4.

sabato 22 dicembre 2012

Ragni e Scorpione

Eravamo a vedere una mostra di insetti e aracnidi. 

Qualcuno della mia famiglia aveva deciso di comprare 4 ragni e uno scorpione. 
I grossi ragni erano ognuno di colore diverso, uno rosso, uno nero, uno marroncino e uno grigio. 
Lo scorpione non era nero ma nocciola e bianco trasparente.

Venivano liberati in una stanza della casa di qualcuno di noi ma non so chi fosse, i ragni costruivano una ragnatela enorme che dal pavimento andava a finire al soffitto, formava quasi una scala, era impossibile entrare e lo scorpione girava per la stanza per pungere chi provava ad entrare. 

I ragni invece se ne stavano nascosti in cima, dal soffitto, in religiosa pazienza.

martedì 18 dicembre 2012

Aracnide

C'era un orizzonte, un tramonto sul mare. 
Lo vedevo da una stanza scavata dentro una roccia e c'era dell'edera, molta, fuori e dentro la stanza.
L'odore salmastro impregnava le narici e le pietre erano umide.
Dentro c'era un ragno, appeso al suo filo, s'ingozzava d'egoismo umano e la sua pancia cresceva. 
Mia figlia mi chiedeva del mio passato e ad ogni mio racconto dava da mangiare al ragno i miei ricordi, i miei fallimenti. 
Il ragno cresceva, il suo ventre sembrava di filigrana.
 Guardavo i miei genitori, guardavo me stessa. 
Eravamo vecchi ma ognuno si vedeva ancora giovane.
 La nostra anima piena di rimpianti, il ragno danzava col suo filo e rideva della nostra miseria umana.…