Art. 2 – Diritto d’autore.

Tutti i contenuti di questo Blog sono coperti dal diritto d’autore, secondo le norme di cui alla legge 633/1941 e successive modifiche, e il loro utilizzo è regolato dai successivi artt. 3 e 4.

giovedì 25 ottobre 2012

Il Binario

Ero con mio padre, stavamo seduti sul muretto di un porticato che formava una curva, a destra di questo strano posto. 
A sinistra c'era della vegetazione, dei rovi più che altro. 
Sotto il porticato, e sul muretto, non eravamo soli, altra gente era seduta oppure camminava. 

Tra il porticato e i rovi, c'era una rotaia e lungo tutta la rotaia, seduti su un minuscolo tavolino, delle persone. Ogni person
a aveva in mano un quattro carte. Come il poker. Non avevano partner. 


Ognuno era seduto da solo, con le quattro carte, con una seggiola e un piccolo tavolino da appoggio. 


Perdeva chi faceva cadere una carta, di solito quando passava il treno, perché era così vicino, così attaccato alle persone, che il rischio era quello di venire travolti. 


Tutto era calcolato nei millimetri.





Il pericolo era per chi assisteva a tutto questo. 





Il treno arrivava e non lo sentivi. 


Come nel sogno. Io e mio padre, ci eravamo avvicinati per vedere questa strana gente e per un soffio non siamo stati macinati dal locomotore...

venerdì 19 ottobre 2012

Mia nonna

Sono due notti di seguito che sogno mia nonna, morta il 25 novembre 1984. Ieri notte stava malissimo, piena di flebo, di cannule infilate nelle braccia e nel naso...era in una camera d'ospedale, martoriata dagli aghi, questa notte invece io ero molto più piccola rispetto a lei, ma solo di statura, lei era gigantesca, in piedi davanti a me, mi veniva addosso, aveva dei tubi infilati nel naso e nella gola, dove usciva del sangue, aveva la gola squarciata e emanava odore di carne in decomposizione. 
Successivamente eravamo in una stanza, lei era infilata tra il muro e i letto, credevo fosse morta, gridavo, piangevo...poi la vedevo muoversi, ma la sua testa era altrove, non riconosceva nessuno.

Era inebetita,...

Ho una brutta sensazione...