Art. 2 – Diritto d’autore.

Tutti i contenuti di questo Blog sono coperti dal diritto d’autore, secondo le norme di cui alla legge 633/1941 e successive modifiche, e il loro utilizzo è regolato dai successivi artt. 3 e 4.

sabato 18 luglio 2009

La casa


è da molto tempo che non faccio un sogno così chiaro e ben definito nei particolari...conosco i miei sogni, sto affrontando un periodo molto particolare.

Il sogno:
Una casa a due piani, il soffitto e il pavimento in travi di legno, una grande casa costruita tanto tempo fa, parzialmente restaurata.
Ci abito io, con mia zia, mia madre, mia nonna, ci sono alcune persone che vedo abitualmente sul lavoro.
C'è anche mia figlia.
Fuori piove....piove molto.
Tutti mi fanno i complimenti per questa casa ma non sono sinceri.
Mentre cammino io vedo il pavimento muoversi...

Piove ancora e ancora....

Ad un certo punto nella stanza che dovrebbe essere la sala il pavimento cede un po'.

Io inizio a preoccuparmi, il sogno prosegue senza sosta....e la casa va in rovina, il pavimento cede ancora e si crea una voragine, alcune delle persone che sono li dentro devono tenersi alle pareti per non cadere.

Dal vuoto emerge del fango, terra e fango. Molta.

Io guardo in basso e sono spaventata, quella fossa mi mette paura.

Sale anche l'acqua che impregna le cose, cerco di salvare il salvabile. Cammino nelle uniche zone dove le tegole di legno sono ancora salde e prendo scatole di documenti, fotografie, qualche bambola di mia figlia....entrano ad aiutarmi mia zia e qualcun altro (non ricordo). Vogliono spostare il divano e altri mobili.

Io grido loro di non farlo, di stare attente perché ormai tutto è pericolante. Mi chiedono perché ho salvato i documenti e io rispondo che oggi senza documenti sei una persona senza volto.

Guardo questa voragine aumentare, ci sono i miei gatti guori, cerco di prenderli per non farli inghiottire da questa massa viva che aumenta, tra questi gatti ne vedo uno piccolissimo, grigio perla.

Anche il mio ex marito è presente nel sogno, mi aiuta nel recupero delle cose...io guardo per terra e vedo un teschio, un teschio di ragazzo, piccolo...urlo "venite, venite a vedere, oddio c'è un teschio!!!" nessuno si muove.

Passo nell'altra stanza, vado al piano di sopra, una specie di camera da letto, un loft (o come si chiama) guardo il pavimento, le travi si sono ristrette e riesco a vedere il piano di sotto.

Mi rimane quella sensazione di decadimento, come se qualcosa che fosse stato costruito di colpo andasse in pezzi.
Tutto...

...divorato, inghiottito dalla terra e dal fango.

giovedì 16 luglio 2009

Monete di bronzo

La notte di lunedì ho sognato tanti gatti malati di rogna che mi giravano intorno....l'ambiente era quasi spettrale, sembrava un cimitero ma con quella non luce, tipica delle eclissi solari.

I colori erano non colori. Credo di aver visto la mia anima. Cercavo di liberarmi da qualcosa...

Questa notte ho sognato "XxX" era diverso, come al solito. Non era lui.
Però, questa volta, aveva la schiena piena di catene piantate addosso da chiodi e sopra ogni chiodo c'era una moneta di bronzo.